Il Factoring


Affermatosi sul mercato sul finire degli anni '70 come strumento finanziario aggiuntivo al credito bancario, il factoring ha dimostrato nel tempo doti di flessibilità e di ricchezza di contenuti, tali da renderlo interessante sia per le aziende di piccole che di medie e grandi dimensioni.

È un contratto in base al quale un'impresa specializzata - Credemfactor - acquista da un'impresa denominata cedente, tutti i crediti, presenti e futuri, derivanti dalla sua attività, assumendosi o meno il rischio del loro buon fine e anticipandone in parte l'incasso, svolgendo utili servizi, quali la selezione della clientela, il recupero dei crediti, un'assistenza gestionale, una consulenza sull'evoluzione dei mercati e sulla possibilità di apertura di nuovi.

Il concetto può essere sintetizzato in 4 parole chiave: valutazione, gestione, garanzia ed anticipazione, che combinate tra loro da Credemfactor, offrono un'ampia gamma di prodotti con caratteristiche e peculiarità specifiche per rispondere alle diverse richieste e bisogni della clientela.

Valutazione. Credemfactor dispone di un sistema di rating per la valutazione preventiva dei debitori ceduti che tiene conto del loro settore merceologico di appartenenza e dell'esperienza nel gestire i cicli commerciali. Valutazione che continua anche dopo l'attivazione, con un monitoraggio continuo delle aziende cedute, sfruttando la capillare presenza sul territorio.

Gestione. Grazie agli strumenti messi a punto e alla professionalità delle risorse umane, può essere definito il servizio base del factoring. L'azienda cedente sposta su Credemfactor tutti gli adempimenti connessi alla gestione dei crediti con un risparmio in termini di costi e un'informativa costante sulla qualità del portafoglio.

Garanzia. Credemfactor garantisce alle aziende, che intendano tutelarsi dal rischio di insolvenza, il buon fine del credito ceduto, con il rilascio di un plafond, su ciascun debitore, che definisce l'importo massimo garantibile.

Anticipazione. Credemfactor offre la possibilità di convertire i crediti dilazionati in denaro, fornendo un supporto finanziario alternativo ai fidi concessi dal Sistema Bancario.


Tutto questo si traduce in molteplici vantaggi per entrambe le aziende interessate nell'operazione di factoring:

Vantaggi per il cliente/cedente:
    • Gestione del credito in outsourcing affidata a specialisti;
    • Monetizzazione dei crediti con ottimizzazione dei flussi finanziari;
    • Trasformazione dei costi fissi di gestione in costi variabili;
    • Se richiesta, garanzia nel caso di mancato pagamento dei clienti.

Vantaggi per il debitore/ceduto:
    • Miglioramento del rapporto con il fornitore;
    • Risparmio dei costi garantito dalla semplificazione delle procedure di pagamento.